ATTITUDES_spazio alle arti

Strada Maggiore, 90. Int. 16 – 40126 Bologna

Martedì – Venerdì 15.00/19.00

e il sabato su appuntamento

 

back to top

CHI SIAMO

ATTITUDES_spazio alle arti

UNO SPAZIO PER LE ARTI CONTEMPORANEE A BOLOGNA

ATTITUDES_spazio alle arti, è un nuovo spazio a Bologna dedicato alle arti contemporanee. Lo spazio si trova nel cuore della città, in Strada Maggiore, e ospita mostre, performance, incontri, workshop e altre attività. E’ un luogo di incontro in cui si realizzano progetti legati alla città, alle diverse comunità che la vivono e alle numerose realtà educative che la caratterizzano.

ATTITUDES_spazio alle arti è diretto da Viviana Gravano e Isabella Gaffè. Viviana Gravano è storica e curatrice di arte contemporanea e docente all’Accademia di Belle Arti di Bologna, ed è la curatrice dello spazio; Isabella Gaffè è videomaker, organizzatrice e addetta alla comunicazione e all’euro progettazione per la cultura.

Il nome ATTITUDES fa riferimento ad una storica mostra curata da Harald Szeeman nel 1969 alla Kunsthalle di Berna dal titolo “When Attitudes Become Form. Live in your head (Works – Concepts – Processes – Situations -Informa- tion)”. Il termine attitudes per Szeeman significava dare massima importanza non solo agli “oggetti” dell’arte, ma prima di tutto alle relazioni che l’arte sa e deve produrre.

ATTITUDES_spazio alle arti intende ospitare “oggetti” d’arte, e insieme proporre un proprio senso per quelle parole in parentesi tracciate cinquanta anni fa da Szeeman. Vogliamo invitare tutti e tutte a considerare il nostro spazio come territorio aperto, dove proporre e produrre insieme arte, non uno spazio d’arte ma uno spazio che “diamo” alle arti.

ATTITUDES

Viviana Gravano

Viviana Gravano è curatrice e storica dell’arte contemporanea. I suoi principali interessi di ricerca sono l’arte pubblica e l’arte sociale, la ricerca artistica postcoloniale, e la storia della fotografia. Laureata in Lettere indirizzo Storia dell’Arte all’Università di Roma La Sapienza, ha frequentato la Scuola di Specializzazione in Archeologia e Storia dell’Arte dell’Università di Siena, e il master in Beni Culturali e Nuove Tecnologie all’Università La Normale di Pisa. È docente di storia dell’Arte Contemporanea presso l’Accademia di Belle Arti di Bologna. Ha co-diretto con Giulia Grechi il Master in Curatore Museale e di eventi performativi dello IED-Istituto Europeo di Design di Roma. Ha lavorato come storica dell’arte catalogatrice presso la GNAM e la Fototeca Nazionale a Roma. Ha fondato la Galleria privata LOPLOP ed è stata direttrice artistica della galleria NOVA sempre a Roma. Ha co-fondato le riviste “Gomorra. Territori e Culture della Metropoli Contemporanea” (Meltemi Editore) e “Avatar_ Rivista di antropologia, comunicazione e arti visive”, nelle quali è stata redattrice e photo editor. È stata nella redazione della rivista “Art’O_cultura e politica della arti sceniche” e “Zeusi” dell’Accademia di Belle Arti di Napoli.

È socio fondatore e vice-presidente del collettivo curatoriale “Routes Agency. Cura of contemporary arts”. All’interno di Routes Agency, con Giulia Grechi ha curato eventi di ricerca e mostre presso musei (MAXXI, Museo Etnografico Luigi Pigorini) e altri spazi romani (Casa della Memoria e della Storia, Teatro Vascello, RomaEuropaFestival), centrati sulle eredità culturali del colonialismo italiano, e sulle loro riletture da parte delle arti contemporanee. Ha collaborato con diversi progetti di ricerca, tra i quali REcall – European Conflict Archaeological Landscapes Reappropriation, e Transnationalizing Modern Languages Mobility, Identity and Translation in Modern Italian Cultures, per il quale ha curato insieme a Giulia Grechi la mostra finale Beyond Borders – Transnational Italy, che tra il 2016 e il 2018 ha viaggiato tra Roma, Londra, New York, Melbourne, Addis Abeba e Tunisi. Ha pubblicato numerosi cataloghi e saggi in raccolte collettanee tra cui: (co-curatela con Giulia Grechi) Presente Imperfetto. Eredità coloniali e immaginari razziali contemporanei, Mimesis, Milano 2016. Ha pubblicato le seguenti monografie: L’immagine fotografica, Mimesis, Milano 1997; Crossing. Progetti fotografici di confine, Costa & Nolan, Milano 1998; Paesaggi attivi Saggio contro la contemplazione, Mimesis, Milano 2012; Food Show. Expo 2015. Una scommessa interculturale persa, Mimesis, Milano 2016. È Cultural Advisor del progetto di danza contemporanea e piattaforma artistica Excelsior del coreografo Salvo Lombardo, con la compagnia Chiasma È stata autrice di due cicli di puntate sulla fotografia su Radio RAI3 nell’ambito della trasmissione L’Occhio Magico. È stata consulente per le immagini fotografiche per il film I piccoli maestri di Daniele Lucchetti e per la mini serie TV La vita che verrà, regia di Pasquale Pozzessere.

Isabella Gaffè è video editor, operatrice video e project manager di eventi culturali, laureata al DAMS di Bologna in Storia del Teatro e dello Spettacolo. Dal 2006 al 2010 ha lavorato presso l’Auditorium Parco della Musica di Roma, nel settore Education dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia e come responsabile dei servizi al pubblico. Dal 2009 al 2013 a Roma, tiene lezioni e workshop di sceneggiatura presso lo IED (Istituto Europeo di Design), l’Isf – Istituto Superiore di Fotografia e il Csfadams – Centro Sperimentale di Fotografia. Dal 2010 si specializza in video editing. Da allora produce diversi video, collaborando con artisti, performer, compagnie di danza e teatro, curatori di eventi di arte contemporanea e istituzioni culturali. Dal 2014 al 2017 collabora continuativamente con l’ATCL Associazione Teatrale fra i Comuni del Lazio – Circuito Multidisciplinare di distribuzione dello spettacolo dal vivo e di formazione del pubblico, riconosciuto dal MIBACT e dalla Regione Lazio. Per ATCL è responsabile della Comunicazione, cura le relazioni esterne e si occupa della documentazione video di eventi, performance e festival.

Isabella Gaffe'

Ph. Sefora Delli Rocioli

Dal 2016 collabora con l’associazione culturale Katrièm di Cesena, che si occupa di didattica dell’arte per l’infanzia, documentandone le attività, e ha avviato una collaborazione con Fondazione Cineteca di Bologna, come operatrice di laboratori di didattica del cinema per le scuole medie e superiori e per adulti, sempre a Cesena. Dal 2012 segue il lavoro del performer e coreografo Salvo Lombardo, con il quale ha avviato una stretta collaborazione sia artistica, in diversi progetti installativi e performativi (tra cui Casual Bystanders, B-Side, Reappearances, Excelsior, Untitled), sia come assistente esecutiva e organizzatrice per la compagnia Chiasma/Salvo Lombardo. Nel 2019 si occupa della direzione organizzativa, della comunicazione e dell’assistenza all’amministrazione, di RESURFACE_festival di sguardi postcoloniali, (Roma 22 nov./1 dic.), curato da Chiasma e dall’associazione Routes Agency_ Cura of Contemporary art, di Viviana Gravano e Giulia Grechi. Nell’ottobre 2019 fonda a Bologna la galleria ATTITUDES_spazio alle arti, insieme a Viviana Gravano.